Tisana alla lavanda

tisana alla lavanda 1

Tisana alla lavanda, il consiglio di benessere che colora la Provenza

tisana alla lavandaLa tisana alla lavanda è un infuso profumato che può essere realizzato facilmente in casa e assunto da soli o in compagnia, per beneficiare di tutte le virtù della lavanda. Scopriamone di più insieme.

Le origini della lavanda

Fin dall’antichità, alla lavanda furono riconosciute molte proprietà benefiche per il nostro organismo e per il nostro corpo.
Questa pianta dall’intenso profumo e dal delicato colore lilla era usata già dai romani come detergente naturale e come base per raffinati profumi.  
Da questo uso deriva appunto il suo nome, “lavanda”, che in latino significa “da lavare”.
In passato, questa pianta era usata dalle massaie per profumare la biancheria e ancora oggi i suoi fiori possono essere usati per realizzare dei profumatissimi sacchettini di lavanda da mettere tra i panni dei cassetti. Inoltre la lavanda è utilizzata come antisettico e insetticida.

Perché bere la tisana alla lavanda?

La tisana alla lavanda è un ottimo rimedio contro il nervosismo, l’ansia e lo stress. Inoltre può essere assunta con effetto calmante per chi soffra di insonnia o disturbi del sonno, grazie alle sue proprietà antispasmodiche.

L’infuso di lavanda presenta inoltre buone virtù carminative, per eliminare i gonfiori e contribuire al benessere di stomaco e intestino.
Questo tipo di bevanda è particolarmente indicato anche per combattere tosse e bronchiti e può essere assunta con beneficio da chi soffra di reumatismi.

Come preparare l’infuso alla lavanda

Per preparare una buona tisana alla lavanda avrete bisogno dei fiori di lavanda, che potrete acquistare in erboristeria o prendere voi stessi dalla pianta, dal momento che essa è molto semplice da coltivare, anche in vaso.
Quello di cui avrete bisogno per realizzare questa ricetta è:

  • fiori di lavanda secchi, 250 grammi per ogni tazza
  • acqua
  • un bollitore

Fate riscaldare l’acqua in un pentolino e portate ad ebollizione. Gettateci i fiori di lavanda e lasciate in infusione per circa 7 minuti, poi filtrate con un colino.

Ecco pronta per voi la vostra tisana, che avrà un gusto un po’ amaro. Si consiglia tuttavia di consumarla senza zucchero, ma, se proprio non volete rinunciare a un po’ di dolcezza, ricorrete a del miele o dolcificante naturale.

Facebooktwittergoogle_pluspinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *